Come scrivere una headline di successo

Posted by on ago 29, 2012 in Blog | No Comments

Avete in mente un’immagine da utilizzare per una campagna pubblicitaria ma siete a corto di idee per lo slogan? Oppure, magari, avete scritto il post della vita sul vostro blog ma non sapete assolutamente quale potrebbe essere il titolo adatto ad attirare lettori?

Eccovi qui di seguito alcuni semplicissimi consigli dai quali prendere spunto per scrivere una headline da effetto, da utilizzare come meglio credete, che sia per un titolo o come slogan portante di una intera campagna pubblicitaria.

Esistono dieci tipi di headline.

  1. Headline enunciative

Si tratta di titoli brevi, semplici e lineari che hanno lo scopo di comunicare la notizia. La loro forza è nel contenuto, schietto e diretto senza fronzoli e arricchimenti. Le headline enunciative sono quelle che troviamo nei comunicati stampa, nelle news politiche o comunque molto spesso nei titoli dei giornali.

  1. Headline emotive

Sono quelle che permettono di giocare sull’emotività del lettore, in modo tale da scatenare in lui una reazione. Senza esagerare, una headline emotiva può essere una frase poetica, ma anche un gioco di parole o un aforisma famoso.

  1. Headline interrogative

Naturalmente sono quelle headline che pongono al lettore una domanda ben precisa. In genere la domanda posta deve suscitare l’interesse di chi la legge, in modo da convincerlo che esiste una risposta di sicuro interesse. Solitamente la domanda è elaborata in modo che l’unica risposta possibile evidenzi il carattere “valido” del prodotto o del servizio che si sta presentando.

  1. Headline “How To”

Ho utilizzato questa headline molte volte all’interno del mio blog. Una headline “how to” mi permette di catturare l’interesse degli utenti in quanto mi dà la possibilità di rendere comprensibile immediatamente che il mio articolo insegnerà chi legge a fare qualcosa che, presumibilmente, prima non sapeva fare. Le headline “how to” sono quelle che solitamente iniziano con “Come fare…”, “Come scrivere…”.

  1. Headline che indicano un vantaggio

Questa tipologia di headline tende a far capire a chi legge che, usufruendo del contenuto a disposizione, potrà trarre un vantaggio. In realtà tali headlines, spesso, giocano molto anche sulla convinzione del lettore di appartenere a una qualsivoglia categoria. “Solo per i lettori di Marcopesino.com…” oppure “Per te che ami la lettura…”.

  1. Headline superlative

Non avrebbero nemmeno bisogno di presentazioni. Sono quelle headline che stimolano la curiosità del lettore aprendo con frasi del tipo “Il peggior film di sempre” oppure “Il gioco più bello del mondo”. Naturalmente tutti vorremmo sapere quanto prima qual è il peggior film o il gioco più bello, quantomeno per avere la possibilità sentirci d’accordo o meno.ù

  1. Headline orientate sul target

Quando si ha un contenuto (che possa essere un articolo, un servizio o un prodotto) indirizzato ad un target specifico di persone, è utile una headline che permette subito al lettore se quello stesso contenuto è di suo interesse o meno. Un prodotto presentato con uno slogan del tipo “Per tutte le nuove mamme…” non attirerà i papà, ma nemmeno le nonne. Al contrario susciterà curiosità per le neomamme.

  1. Headline con liste

Sono quelle headline che al loro interno presentano la tipologia di articolo che si sta per leggere. Se avessi chiamato questo posto “I 10 tipi di headline vincenti” avreste sin da subito compreso che vi sareste trovati di fronte ad una lista. E così è stato.

  1. Headline testimonial

Si utilizzano quando si ha la fortuna di avere un portavoce o un testimonial a supporto della propria tesi o del proprio prodotto. Potete usare il nome del testimonial (ad esempio: “Alex Del Piero contro l’abbandono dei cani”) oppure utilizzare un virgolettato che non ha bisogno di presentazioni perchè nella mente dell’utente è automaticamente associato al personaggio (ad esempio: “Il dado è tratto”).

  1. Headline con keywords

Probabilmente è la tipologia di headline più utilizzata dai blogger e dai web writer perchè consente di ottimizzare il post o l’articolo dal punto di vista del SEO inserendo parole chiave in modo che i motori di ricerca come Google ne valutino il contenuto come rilevante.

Leave a Reply